Diminuire i consumi e investire nella ricerca.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Diminuire i consumi e investire nella ricerca.

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Mar Giu 29, 2010 11:59 am

Parlo di acqua, gas e roba varia.
Bisogna aiutare il cittadino a limitare i consumi, e la cosa non credo sia difficilissima.
Basti pensare a quanta acqua viene sprecata mentre ci si lava i denti (esempio sciocco, ma efficace): promuovendo l'acquisto di lavandini integrati di sensori ottici, con incentivi statali, si potrebbe ridurre l'utilizzo di acqua in quel frangente anche del 50%. Ed è solo un esempio.
Tanto per dirvi la mia esperienza: negli ultimi due anni le bollette dell'acqua nella mia città sono salite tantissimo, dopo la privatizzazione, eppure in quest'ultimo anno nella mia famiglia siamo riusciti a diminuire le spese (non solo i consumi) di oltre il 30%.
Per il gas è lo stesso discorso: utilizzando cucine ad induzione, autonomamente alimentate da pannelli solari privati, si consumerebbe pochissimo gas e ci sarebbero meno problemi oltre le già pressanti controversie internazionali riguardo anche questo campo (a parte che di cucine a gas, nella mia città, ne sono esplose 3 negli ultimi due anni).

Altra cosa assurdamente fastidiosa è vedere città piene di lampioni e lucine del cavolo di ogni genere. Non servono 5 lampioni in una piazza 20x20 metri, ne basta uno. Nella mia città è una cosa assurda.
A parte il fatto che per vedere due stelle in cielo devo infrattarmi in mezzo alle campagne, rischiando pure d'essere azzoppato da qualcuno, asd.
Poi è pieno di fontanelle che perdono ovunque, cazzo ci vuole a rimettere a posto 'sti quattro rubinetti? Eliminare le province spero proprio risolva anche questi problemi, ditemi voi. .-.

Investire nel CERN sarebbe inoltre un'ottima cosa, a lungo termine, considerando che le ricerche che vengono effettuate lì avranno un gigantesco impatto sui consumi energetici e sul modo che abbiamo di concepire la produzione di energia stessa.
Bisognerebbe cercare di rendere il nostro paese e, possibilmente anche gli altri, ancora più vicini a questo mondo, anziché pensare a come armare i nostri confini.

Sensibilizzare il cittadino a donare almeno il suo 5x1000 alla ricerca (anzi, io aumenterei di molto la %) in questi settori, è doveroso. Sono sicuro che almeno il 40% della popolazione italiana non sa neanche di poterlo fare o è molto confusa riguardo al come.
Secondo me, sarebbe una buona idea far decidere tramite una votazione popolare a chi dovrebbe essere destinato di "default" il 5x1000. Se poi un cittadino vuole destinare tali fondi a qualche altro ente, che faccia domanda, ma almeno una parte di questi soldi va direttamente nella parte giusta e più bisognosa.

Il riciclaggio è un altro must. Le persone devono riciclare a tutti i costi. In Germania, ad esempio, nei negozi ritirano tutte le bottiglie di vetro e le pagano anche 0,30 centesimi a pezzo. Un'incentivazione del genere sarebbe da imitare, secondo me.
Ci sono persone che continuano a scaricare gli olii utilizzati in cucina nei rubinetti, inquinando a dismisura le fonti idriche urbane, rendendone più difficile la depurazione e apportando danni ai condotti di scarico. Dovrebbero aumentare nelle città (non troppo, perché già ce ne sono diverse) le centrali utili allo smaltimento degli olii.

Oltre a promuovere le green-energy che ormai stanno per diventare una moda, bisognerebbe spingere anche su questi altri tre aspetti con un programma che li analizzi a fondo.


Ultima modifica di DarkTemplar il Ven Ago 06, 2010 12:34 pm, modificato 6 volte
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

archimede

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Ven Lug 23, 2010 12:28 pm

confermo appieno quanto dici,e lo sostengo da molto tempo,BASTA CON GLI SPRECHI DI DANARO PUBBLICO IN INUTILI ED ESAGERATE OPERE PUBBLICHE EFFIMERE ED ALTAMENTE ENTROPICHE,SOPRATTUTTO ENERGETICAMENTE.per le free energy oltre al mio libro sulle mie free energy,consiglio questo sito interessante sulle free energy a FATTI .http://www.facebook.com/group.php?gid=120729561275596&ref=mf

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

info aggiuntiva

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Sab Lug 24, 2010 11:44 am

per quanto riguarda la ricerca bisogna incentivare promuovere defiscalizzare contribuire alla RICERCA PRIVATA DI PROGETTI DI INTERESSE PUBBLICO/AMBIENTALE.inventori privati famosi come antonio meucci subi gravemente questa lacuna tremenda con la propria vita,non solo ,ma fu rinnegato dall italia quindi costretto ad emigrare in america dove trovo ulteriori danni.va risolto questo problema assolutamente,perchè conta l idea al di la di chi la possiede.difatti è la forza delle idee solutive ottimali a creare progresso ,bene,pace,benessere per tutti....non dimentichiamolo mai.la lumax ecocase è fa case a risparmio energetico e usa il geotermico http://www.lumaxsrl.eu/


Ultima modifica di archimede/fabio pareto il Gio Set 09, 2010 4:33 pm, modificato 1 volta

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diminuire i consumi e investire nella ricerca.

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Ven Ago 06, 2010 11:58 am

Iniziare a stilare un elenco degli argomenti da trattare sarebbe utile.
Faccio un esempio:
1 - Energie alternative, perché sono importanti?
2 - Quali sono le più efficienti e convenienti?
2a - Solare per le abitazioni, eolico per le città. Nel dettaglio, le intenzioni di NDE.
3 - Quali sono gli incentivi che avrei, se decidessi di installare un impianto solare per l'energia o il riscaldamento?
3a - Quale conviene di più in base alla locazione geografica della mia abitazione?

E via discorrendo.
So che ci sono almeno una decina di persone molto ferrate sull'argomento, vi pregherei di riunirvi e considerare l'ipotesi di cominciare a definire delle bozze per creare un .pdf da poter mettere sul sito.
Ovviamente, per la creazione del .pdf può occuparsene qualcun altro (anche io), l'importante è avere il materiale e discuterlo qui sul forum in tempi accettabili, poi raccogliere tutto e avere qualcosa di concreto da proporre al pubblico.
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diminuire i consumi e investire nella ricerca.

Messaggio Da Marcello.DeVita il Ven Ago 06, 2010 12:46 pm

Esatto bisogna dare risposte chiare con una base scientifica.
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

archimede

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Ven Ago 06, 2010 5:14 pm

concordo appieno con dark.fARE CAPIRE CHE SOLO LE FREE ENERGY DANNO ENERGIA PULITA,SICURA,RINNOVABILE A COSTI BASSISSIMI RISPETTO ALLE CONVENZIONALI INQUINANTI.INOLTRE NON INQUINANO,APPUNTO.E QUESTO è UN OBIETTIVO ALTRESI IMPORTANTE ,OLTRE A QUELLO DELLA SICUREZZA E DELL ECONOMIA DI ESERCIZIO.QUALI FONTI RINNOVABILI.IL SOLARE FOTOVOLTAICO CON POSSIBILITà LEGALE DI AUTOACCUMULO DI ENERGIA IN LOCO MEDIANTE BATTERIE APPOSITE NIKEL FERRO AD ESEMPIO.IN TAL MODO SI HA ENERGIA SOLARE ANCHE DI NOTTE GRAZIE ALLE BATTERIE.OGGI LA LEGGE NON LO CONSENTE.LE BATTERIE SONO VIETATE,PERCHè L ACCUMULO ENERGETICO ELETTRICO è VIETATO.INOLTRE PER LE ZONE PREDISPOSTE,INTEGRARE COL SISTEMA GEOTERMICO A POMPA DI CALORE.PER QUANTO RIGUARDA LE CENTRALI TERMOELETTRICHE ,CONVERTIRLE COL SISTEMA AD ELETTROLISI DI ACQUA,AD ALTO VOLTAGGIO 700V,ALTA FREQUENZA 350KHZ,E BASSO CONSUMO 0,5 AMPERE/LITRO H2O,EMISSIONI VAPORE ACQUEO.QUESTI I VALORI DI ALIMENTAZIONE PER OGNI LITRO DI H2O.QUESTO SISTEMA PUO CONVERTIRE TUTTI I SISTEMI TERMICI,AUTOVEICOLARI,NAVALI,AEREI.RISULTATO ABBATTIMENTO DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO,DELL ENTROPIA ENERGETICA ED ECONOMICA A CARICO DELLA GENTE UTENTE,SALUTE .

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diminuire i consumi e investire nella ricerca.

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Lun Ago 23, 2010 6:01 pm

A proposito di ricerca, vi linko un breve articolo che ho scritto su una genialata sviluppata da degli ingegneri scozzesi:
http://scienceray.com/technology/using-oceans-to-produce-energy/

In pratica, sfrutta il movimento delle onde per generare energia elettrica, con un principio simile a quello dell'eolica.
Si può fare qualcosa del genere qui da noi? Ovviamente in scala ridotta.


Ultima modifica di Fabrizio Marchionne il Lun Ago 23, 2010 9:30 pm, modificato 1 volta
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diminuire i consumi e investire nella ricerca.

Messaggio Da Marcello.DeVita il Lun Ago 23, 2010 6:37 pm

bell'articolo e ottima iniziativa. Anche in Danimarca usano l'energia prodotta dalle onde del mare per produrre energia pulita.
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diminuire i consumi e investire nella ricerca.

Messaggio Da monique il Ven Ago 19, 2011 3:09 pm

Pienamente d'accordo con te sopratutto per quello che riguarda la ricerca e la percentuale dalle tasse,ricerca che si potrebbe fare anche nelle università finanziando cosi anche progetti nella scuola. Fare ricerca per trovare l'opzione migliore di energie rinnovabili,anche le regioni o i singoli comuni potrebbero cercare la soluzione più adatta a ogni territorio.....riciclare SI,forse anche un modo per incentivare dei progetti per rimettere le vecchie cartarie al lavoro certamente adeguandoli dal punto di vista ambientale (filtri....)....a proposito sa qualcuno dove finiscono i materiali della raccolta differenziata?....spero che non al estero!

monique

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 14.08.11
Età : 40
Località : Chieti

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Ven Ago 19, 2011 4:11 pm

nel mio libro a pag.33 c è un collettore di energia idrica che preleva l energia delle correnti sottomarine,qualunque sia la loro direzione ,anche se cambia.hanno fatto un prototipo circa 6 anni fà visto a rai tre ,provato proprio nello stretto di messina con successo.ma poi stop.non s è mai piu visto.preferiscono fare mega impianti molto costosi e meno efficienti,per seguire i programmi delle industrie del business.

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diminuire i consumi e investire nella ricerca.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum