Proposte di modifica al funzionamento del parlamento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Proposte di modifica al funzionamento del parlamento

Messaggio Da Ospite il Mer Lug 13, 2011 10:01 am

1 riduzione drastica dle numero 945 deputati sono troppi credo che 500/600 tra entrambe le camere siano + che sufficienti;
2 le leggi di iniziativa popolare devono avere la priorità su tutte le altre e deve essere costituita una commissione apposita per il loro esame
3 impossibilità ad essere eletto per chi è condannato con senternza passata in giudicato o ha accettato la prescrizione (che presuppone la sussistenza del reato)
4 massimo 2 mandati salvo meriti speciali
5 elezione diretta con nominativo anche svincolata dalla lista di appartenenza
6 pubblicazione sul sito di tutte le votazioni effettuate con i rispettivi risultati ed i voti per nome
7 pubblicazione delle presenze /assenze
8 eliminazione dei privilegi processuali (obbligo del parere della camera su arresti ed utilizzabilità intercettazioni)
9 riduzione di stipendi ed indennità cmq collegate alle presenze ed al quantitativo di disegni di legge proposti ed approvati

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Proposte di modifica al funzionamento del parlamento

Messaggio Da Ospite il Mer Lug 13, 2011 10:28 am

scusate dimenticavo
10 sospensione da ogni ordine o altro lavoro per i deputati perchè mentre lavorano per noi non devono fare altro se no che li paghiamo fà? Wink

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Proposte di modifica al funzionamento del parlamento

Messaggio Da Ospite il Mer Lug 13, 2011 11:18 am

Al di là di queste cose che sono importanti, io penserei anche ad una modifica anche più incisiva di tipo istituzionale delle stesse due camere.

Ad esempio:
-Bicameralismo imperfetto a favore della Camera dei Deputati. In pratica salterebbe la doppia verifica nelle due camere, se non quando trattasi di materie di competenza anche del Senato o specificatamente previste. La Camera inoltre acquisirebbe pieni di poteri di bilancio (es: proporre leggi tributarie, pronunciarsi sui decreti e legge economiche).
-Senato Federale, con competenze in particolare per quel che riguarda i rapporti tra enti locali e governo centrale (soppiantando ad esempio la conferenza stato-regioni e rendendo quindi più democratiche e partecipate le decisioni di tale ambito), l'amministrazione degli enti locali. Al senato rimarebbero poteri di bilancio e legislativo solo per le materie di propria competenza.
Il sistema elettorale per il senato lo vedrei come sistema uninominale con un numero variabile di collegi per regione, collegi uniformi ovviamente come demografia (ad esempio ogni 500.000 elettori un coleggio elettorale) in maniera da garantire eguale rappresentatività del singolo, salvo alcune eccezzioni particolari (ad esempio la val d'Aosta che ha solo circa 100.000 abitanti, per cui ci sarebbe comunque un collegio elettorale anche se non con le caratteristiche minime richieste).
-Congiuntamente le due camere manterebbero piene competenze per quel che riguarda trattati internazionali, rapporti con l'UE (ma per il Senato solo laddove investisse le sue competenze), elezione del presidente della Repubblica.
-Voto di sfiducia costruttivo (sull'esempio della Germania), in maniera da garantire una maggiore stabilità e continuità istituzionale anche in periodo di crisi ed evitare pericolose situazioni di stallo (questo in particolare con l'istituzione di un senato federale, che quindi può rappresentare anche una maggioranza fortemente diversa).

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Proposte di modifica al funzionamento del parlamento

Messaggio Da Marcello.DeVita il Mer Lug 13, 2011 1:54 pm

"3 impossibilità ad essere eletto per chi è condannato con sentenza passata in giudicato o ha accettato la prescrizione (che presuppone la sussistenza del reato)"

Sul terzo punto non sono d'accordo questa proposta già è stata discussa non solo in sede NDE ma anche esternamente in riferimento al VDay di Grillo. Si è concluso che una persona può avere una condanna che poco e nulla c'entra con la sua attività di parlamentare, con la sua onesta o con la sua competenza (esempio incedente stradale). Io direi :

Impossibilità ad essere eletto per chi è condannato con sentenza passata in giudicato reati di mafia, contro lo Stato, truffa aggravata e/o in riferimento diretto alla sua attività di parlamentare (o cmq da eletto)
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Proposte di modifica al funzionamento del parlamento

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum