spiagge libere

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

spiagge libere

Messaggio Da Ospite il Sab Giu 04, 2011 7:01 pm

Sta arrivando il gran caldo e tutti andremo al mare a prendere un pò di Sole e a rinfrescarci nell'acqua (spesso inquinata...), quanto spenderemo quest'anno? O dovremo ammassarci su piccole strisce libere?

In Spagna le spiagge sono libere e dal mio punto di vista è giusto! Un conto è privatizzarne una parte un conto è privatizzarne il 90%.

Secondo me possedere dei chioschi e la possibilità di offrire sdraie e ombrelloni a noleggio dentro cabine può essere più che sufficiente, non trovo corretto che uno non possa mettere l'asciugamano dove vuole perchè i gestori occupano 3/4 di zona.

Che ne pensate?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: spiagge libere

Messaggio Da Marcello.DeVita il Sab Giu 04, 2011 7:24 pm

pienamente d'accordo per non parlare dei bagnasciuga che non possono essere di proprietà di alcuno e si prendono pure quelli come se fosse una pertinenza
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: spiagge libere

Messaggio Da Ospite il Sab Giu 04, 2011 7:29 pm

come funziona infatti la storia del bagnasciuga? Io sapevo che teoricamente ci si può stare, ossia se io voglio mettere l'asciugamano lì teoricamente potrei e invece loro arrivano sempre puntualmente a cacciarti dicendo che non si può sostare...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: spiagge libere

Messaggio Da Marcello.DeVita il Sab Giu 04, 2011 7:36 pm

esattamente appropriazione chilometrica di luogo pubblico da parte dei lidi privati
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: spiagge libere

Messaggio Da Marcello.DeVita il Sab Giu 04, 2011 7:42 pm

Cmq si chiama battigia (errore mio) cmq nella consuetudine si dice anche bagnoasciuga, giusto per essere precisi (è colpa di Mussolini Razz ) :

http://it.wikipedia.org/wiki/Battigia

Cmq la legge dovrebbe citare più o meno così:

Secondo le linee guida disciplinari infatti dovrebbe essere garantita non solo la piena fruibilità della battigia, nel senso della sua percorribilità, ma anche l’uso pubblico.
Ogni comune infatti dovrebbe mantenere un’estensione rilevante di spiaggia libera garantendo l’accesso alle spiagge attrezzate sia gratuite e non soggette a balzelli d’ingresso come avviene oggi.

avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: spiagge libere

Messaggio Da Ospite il Dom Giu 05, 2011 9:24 am

non so a livello giuridico come funziona ma certo è che in Italia la privatizzazione delle spiagge è una gran brutta storia.. Questo perchè consente l'utilizzo di una risorsa comune (il mare) soltanto a chi può permettersi di pagare, e secondo le modalità gli orari e le stagioni dettate da privati.. Non so se siete mai stati al mare in una stagione non turistica io ci son stato in febbraio a fare un giro per passeggiare e anche se si poteva andare in quella particolare parte di spiaggia (c'era chi ci andava a cavallo..) gli altri bagni erano tutti chiusi e pieni di immondizia.. probabilmente la cosa migliore sarebbe dare in uso soltanto l'affitto di esercizi come locali bar e servizi di ombrellone-sdraio quelle cose lì, ma mettendo bene in chiaro che la spiaggia è di tutti!!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

d'accordo

Messaggio Da claudio il Dom Giu 05, 2011 9:48 am

d'accordo ch i siano zone libere ed altrettante zone private, cosi da andare incontro a tutti. Ma il passaggio deve essere libero.

claudio
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: spiagge libere

Messaggio Da Ospite il Dom Giu 05, 2011 11:33 am

La battigia deve essere accessibile, quindi le aziende locali che gestiscono la spiaggia non possono impedire l'ingresso alla stessa e al mare (come accadeva, ad esempio, a Grado). Le persone possono andare a fare il bagno e passeggiare sulla battigia, tuttavia non ci si può fermare sulla stessa in quanto la stessa è regolamentata da regole sulla sicurezza: infatti deve essere libera per eventuali emergenze (presso la capitaneria di porto è presente il regolamento che descrive nei particolari l'uso della battigia e può differire da un luogo a un altro). Ovviamente non si può usufruire dei servizi dell'azienda: sdraio, ombrelloni, spazi interni, docce, lavatoi, spogliatoi e qualsiasi pertinenza dell'azienda e l'uso può comportare una denuncia.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: spiagge libere

Messaggio Da Ospite il Dom Giu 05, 2011 11:40 am

@Paolo: ecco ora capisco perchè non si può stare con il telo per non ingombrare in caso di emergenza, però allora così la spiaggia è praticamente dei privati gestori, le spiagge libere sono delle vere striscette e poi in genere sono collocate nei luoghi maggiormente inquinati come vicino ai porti delle barche...
@Angelo: sono d'accordo con te, ok per chioschi e noleggio ombrelloni e sdraie senza però occupare le spiagge che così diventano tutte libere e pubbliche nel vero senso della parola.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

spiagge libere

Messaggio Da Ospite il Gio Giu 09, 2011 7:53 am

è tutta una storia all'italiana, vergognosa e indignosa, basta, liberiamole e diamo la possibilità a chi non può permettersi di pagare un ora di relax al mare.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

legge di mercato

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 18, 2011 8:26 pm

In un paese libero e civile, dove esiste una "virtuale legge di mercato", per un servizio, una miglioria, un bene a disposizione se ne paga un prezzo.
Così che se, andando al mare, non disponessi di un ombrellone, o dove cambiarmi e riporre abbigliamento e beni, o di ristoro, ecco che i commercianti del mare possono intervenire e offrire i loro servizi. Ma basta, tutto qui, io devo essere libero di muovermi sul tutto il territorio nazionale e le spiagge sono parte di questo. Già sono tanti i limiti e gli spazi riservati. Un commerciante, offra un servizio migliore o a prezzi più vantaggiosi, così sarebbe rispettata la legge di mercato. Ma se sono "condizionato" a dover pagare il loro prezzo, è monopolio.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: spiagge libere

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum