DE MAGISTRIS: IL GRANDE INGANNO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

DE MAGISTRIS: IL GRANDE INGANNO

Messaggio Da Marcello.DeVita il Mar Mag 24, 2011 5:52 pm

Storia di un ex magistrato con unico obiettivo fare di se stesso un eroe o per meglio dire un falso eroe..un falso salvatore.. Napoli prima di votare informati..

Luigi De Magistris è forse uno dei più noti (ex) magistrati dei nostri tempi. Quello che mi chiedo è come ciò sia stato possibile visto che tutte e tre le inchieste da lui coordinate, che lo hanno portato alla ribalta nazionale, si sono dimostrate alla fine un fallimento totale?

Il 22 Aprile 2011, in piena campagna elettorale per la candidatura a Sindaco di Napoli, la procura di Salerno ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta Poseidon l’ennesima archiviazione per le inchieste del ex pm De Magistris. Infatti nei mesi precedenti abbiamo assistito all'archiviazione dei trenta imputati dell'inchiesta “Toghe Lucane” (il presunto comitato d'affari tra magistrati, politici e imprenditori) e lo sgretolamento della costosissima e mastodontica “Why Not” (agenzie interinali che assumevano amici per posti nel pubblico). Poseidon è stato “l'ennesimo flop” dell'ex pm Luigi De Magistris. I giudici responsabili del provvedimento hanno infatti parlato di “enorme risalto mediatico” e di “distorta e infedele rappresentazione delle reali risultanze delle prove”. Lui invece ha sempre sostenuto a gran voce: “Ci sono una montagna di prove!”.

Qualcuno leggendo l’inizio di questo articolo potrebbe pensare “..ecco le solite malelingue.” ma andiamo avanti.

De Magistris scende in politica lasciando la carica di magistrato agni inizi del 2009 per potersi candidare con Di Pietro alle europee del 2009, diversamente sarebbe stato ineleggibile seconda la legge italiana ma soprattutto ineleggibile seconda la regola base di ogni democrazia la cosiddetta “divisione dei poteri”.

Eletto a gran voce, data la notorietà raggiunta con il suo Why Not, annuncia: "Ringrazio chi, tra partiti e società civile, vede in me un’alternativa a un quadro politico moribondo, crollato sulla questione morale. Tocca a me? Certo, tocca a me ogni giorno, da quando ho deciso di impegnarmi in politica... da europarlamentare e presidente della commissione di controllo sui bilanci mi sto occupando in Europa di dimostrare che l’immagine dell’Italia non è solo quella di Berlusconi, e di impiegare al meglio i fondi europei, spezzando ogni legame tra le risorse Ue e la criminalità organizzata... dovrei dimettermi dal Parlamento europeo. E in politica c’è un valore che pochi ricordano, specie in questi giorni: la coerenza. Ho fatto campagna elettorale in tutta Italia raccogliendo consensi ovunque per dedicarmi ai temi dell’Europa. Lasciare il lavoro incompiuto non sarebbe un bel segnale."

Cosa è successo dopo un anno? Lo sappiamo tutti si è candidato alla carica di Sindaco di Napoli e la coerenza e bei segnali e il suo lavoro al Parlamento Europeo si sono persi per strada.

A proposito del suo lavoro al Parlamento Europeo (PE):

1) Ha votato a favore del nucleare poi ha negato di averlo fatto.

2) E’ stato rinviato a giudizio per omissione d’atti d’ufficio (non avrebbe indagato, nonostante l’ordine del gip, su un caso di collusione fra magistrati di Lecce e magistrati di Potenza) con ipotesi di reato gravissime che andavano dall’associazione per delinquere all’estorsione. Secondo il codice etico dell’Idv il magistrato si sarebbe dovuto auto-sospendere e lasciare tutti gli incarichi. Ovviamente non lo ha fatto, pur avendo scritto parte di quel documento. Ecco le sue motivazioni:

“E’ una cosa di poco conto. Lasciamo che ogni denuncia blocchi l’attività di un politico? E’ un clamoroso errore giudiziario”

Ha fatto sentenza a sé, acclamando per sé l’immunità parlamentare tanto criticata fino al giorno della sua elezione.

3) Visibilità non sui banchi del PE ma unicamente su giornali e TV italiane.

4) Era stato eletto al PE per controllare la buona destinazione dei fondi: perché non ha appoggiato i cittadini che richiedevano alla Commissione Europea Petizioni, in missione in Campania, di non sbloccare le risorse europee, se non a fronte di nuovi piani sui rifiuti, così evitando di finanziare tutti i disastri ambientali che l’attuale programmazione prevede?

Dopo tutto questa attività parlamentare così intensa a livello europeo avrà pensato Why Not? Perché no? Candidarmi a qualcosa di più “importante” ad esempio Sindaco di Napoli? Una carriera già vista, una storia già fatta si chiamano Di Pietrini.

Un magistrato è magistrato anche dopo aver lasciato la sua carica (vedi nota) non si può diventare eleggibili da un giorno all’altro, venerdì sono magistrato lunedì un politico e NO questo è sbagliato si viola il principio base di ogni democrazia la separazione dei poteri! Un magistrato che lascia la carriera non può essere eleggibile almeno per i successivi 5 anni per evitare che possa utilizzare la sua carriera pubblica al servizio della legge a suo vantaggio e notorietà.

Non dico certo di sostenere Lettieri a Napoli, ci mancherebbe altro, ma sono contrario anche a sostenere De Magistris. In quest’ultimo caso sostenerlo significherebbe sostenere il meno peggio, il voto al meno peggio è ormai passato di modo costruiamo invece una vera alternativa costruiamo insieme ai cittadini comuni Nuova Democrazia Europea la vera forza contro i showman e i clown dell’attuale politica italiana.

Nota: La legge attuale prevede l’ ineleggibilità dei magistrati in carica.

DE MAGISTRIS 2009



DE MAGISTRIS 2010



Ultima modifica di Marcello.DeVita il Mar Giu 14, 2011 2:20 pm, modificato 1 volta
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: DE MAGISTRIS: IL GRANDE INGANNO

Messaggio Da M.G. il Mar Mag 24, 2011 6:57 pm

Chissà perchè la cosa non mi stupisce... Non vedo quale politico o aspirante tale sia pulito al giorno d'oggi...

M.G.
Admin

Messaggi : 661
Data d'iscrizione : 21.12.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

bah

Messaggio Da Carlo il Mar Mag 24, 2011 8:13 pm

Concordo con De Magistris sul fatto che non si può lasciare che ogni denuncia blocchi un politico... una volta provata la colpevolezza si può vedere e stiamo parlando si un fatto e un personaggio che ha fatto tremare la politica a destra e a sinistra... ti stupirebbe che lui non fosse vittima di un tranello politico, sinceramente a me no.

Trovo assolutamente non democratico definire delle inchieste inutili... come si fa a dire che un'inchiesta è inutile a priori? L'inchiesta si fa e se va a buon fine bene se no pazienza... altrimenti la soluzione qual è? Fermarle tutte e non fare inchieste? Mi sembra una soluzione sciocca.

Per cui De Magistris ha fatto benissimo a fare le sue inchieste e che siano andate a buon fine o no pazienza, ha fatto il suo dovere.

Mi sembra una cosa molto Berlusconiana dire che un'inchiesta che non prova la colpevolezza degli indagati è inutile ed uno spreco di soldi... le inchieste di fanno punto e basta.

Non resta che votare De Magistris che almeno è il nuovo... e se proprio non vi va, turatevi il naso e votate, come faceva il buon Montanelli...

Carlo
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: DE MAGISTRIS: IL GRANDE INGANNO

Messaggio Da Ospite il Mar Mag 24, 2011 8:31 pm

Appunto, ma turarsi il naso e non votare, non vuol dire starsene zitti e non avere il proprio pensiero.

Comunque se una inchiesta può essere un tranello per De Magistris allora lo può essere anche per Berlusconi, strana cosa però l'IDV non è di questo avviso quindi se è contro un altro va benissimo, se è contro di sè subito ad urlare al lupo al lupo.
Due pesi e due misure, o meglio: PdL e IDV non sono poi così diversi, anzi sono due partiti che si guardano allo specchio di fatto.

Non c'è molta coerenza per lo meno da parte di chi dovrebbe essere il 'nuovo' che avanza.

Comunque sia De Magistris è europarlamentare, ma come ogni buon politico vecchio stampo italiano che si rispetta non porterà a termine il suo mandato pur di saltare su un'altra poltrona (e per carità: visto quanto non è stato presente all'europarlamento e quanto non ha fatto, forse è anche un bene, magari lo sostituisce qualcuno un pochetto più attivo)... sapete qual'è stata la prima volta che nella costruzione europea gli italiani si sono fatti ridere veramente e pesantemente dietro? Quando un nostrano politico si dimise da un incarico europeo per andare a ricoprire un incarico in Italia... fate qualche ricerca su internet e vi farete due risate... De Magistris nuovo? La faccia, forse, i metodi no di sicuro...


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: DE MAGISTRIS: IL GRANDE INGANNO

Messaggio Da Ospite il Mar Mag 31, 2011 10:28 am

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/voceeurodeputati/2011/05/30/visualizza_new.html_843212718.html

Al posto del neoeletto sindaco di Napoli, fonti dell'Idv indicano che arrivera' a Strasburgo Andrea Zanoni, nato a Treviso il 26 agosto 1965 ed attualmente coordinatore regionale dell'Idv.

Si tratta del primo avvicendamento tra eurodeputati italiani in questa legislatura europea, iniziata nel giugno 2009, dopo che nella scorsa legislatura aveva cambiato posto quasi meta' della delegazione nazionale, oggi composta da 72 membri.

Poi chiedetevi il perchè in Italia sembra che qualsiasi decisione venga presa in Europa noi non ci mettiamo minimamente becco nel caso migliore, che sia una questione sui massimi sistemi o un regolamento per le reti da pesca...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: DE MAGISTRIS: IL GRANDE INGANNO

Messaggio Da faillacestefano il Mer Giu 01, 2011 1:41 pm

Sai come saranno contenti i 415.646 cittadini italiani che hanno votato de magistris alle europee e poi si sono visti sostituire il proprio rappresentante legalmente eletto da Zanoni già consigliere comunale e consigliere provinciale..ha fatto TRIS! Chi tradisce i propri elettori merita tutto il mio disprezzo...ricordate chi tradisce una volta tradisce anche una seconda..Napoli pensaci..

faillacestefano

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 01.06.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

de magistris

Messaggio Da luglialessandro il Gio Giu 02, 2011 6:52 pm

Da Napoletano, non sono contento dell'elezione di De Magistris come sindaco della città dove vivo. Anche perchè a Piazza Municipio l'ho visto festeggiare, con una sciarpa in testa, e scamiciato come se fosse un tifoso felice per la vittoria del Mondiale ! Certo sta in mezzo alla gente, ma chi lo dice che non la abbia fatto per accaparrarsi i voti?
Siamo sicuri che cambierà Napoli ? Poi ho visto in città molte bandiere con lo stemma comunista, come se fosse tornata quella classe politica.
Staremo a vedere!
Saluti
A PRESTO
Alessandro Lugli

luglialessandro

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 16.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: DE MAGISTRIS: IL GRANDE INGANNO

Messaggio Da Marcello.DeVita il Sab Lug 23, 2011 2:18 pm

avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: DE MAGISTRIS: IL GRANDE INGANNO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum