TAV Sì – TAV No: quando con l'intelligenza dell'elettore si fanno cose indicibili (e puzzolenti).

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

TAV Sì – TAV No: quando con l'intelligenza dell'elettore si fanno cose indicibili (e puzzolenti).

Messaggio Da Ospite il Gio Apr 28, 2011 10:09 am

L'articolo è piuttosto lungo, ricco di immagini e con alcuni collegamenti ipertestuali, per questo vi rimando alla sua lettura direttamente sull'Effemeride (e commentate sull'Effemeride ogni tanto che così sale nei motori di ricerca ^^ )

http://leffemeride.blogspot.com/2011/04/tav-si-tav-no-quando-con-lintelligenza.html

L'articolo, sfortunatamente per voi scritto da me, parla delle ipocrisie piccole o grandi di questa campagna elettorale dei candidati più quotati a Torino.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: TAV Sì – TAV No: quando con l'intelligenza dell'elettore si fanno cose indicibili (e puzzolenti).

Messaggio Da Ocram il Gio Mag 19, 2011 3:40 am

Ecco cosa pensano i cittadini della Val di Susa sulla TAV (riporto integralmente un loro volantino).
I cittadini della Val di Susa ha scritto:La questione del NO TAV non è una questione di destra o di sinistra: l'opposizione è trasversale ed ogni persona di buon senso che sia informata sul problema non ha difficoltà a capire le ragioni della protesta. Il problema è che la voce dei NO TAV viene puntualmente soffocata dai media, per la grande quantità dei finanziamenti europei in gioco.

L'amianto sotto il Musinè c'è veramente, ed è ampiamente dimostrato. Nei progetti non c'è il minimo accenno ad un piano di messa in sicurezza dell'amianto estratto (è previsto solamente uno stoccaggio in Valle a cielo libero), che con i frequenti venti della Val di Susa verebbe distribuito e respirato in tutta la cintura ovest di Torino, ed in Torino stessa. Le malattie causate dalla respirazione di anche solo una fibra di amianto vengono diagnosticate 15 anni dopo l'inalazione. Dal momento della diagnosi la mortalità e del 100% ed il tempo di vita medio è di 9 mesi.

Finanziariamente è un disastro annunciato. Perché la tratta risulti in attivo, dovrebbe passare un treno ogni 3 minuti, 24 ore al giorno. Per questo motivo, al momento nessun privato si è impegnato finanziariamente, banche e fondazioni comprese. La tratta è costosissima ed i soldi non ci sono. Gli unici soldi sui quali si regge l'opera sono i finanziamenti europei.

Nel tratto montano (e quindi da Torino verso la Francia), non sarebbe una tratta ad alta velocità perché la conformazione del terreno montano non la rende possibile.

La tratta Torino - Lione è completamente inutile: nella Val di Susa esiste già una linea ferroviaria sottoutilizzata, in grado di reggere il traffico richiesto (considerando i tassi di crescita) almeno fino al 2050.

Il corridoio 5 (tratta Lisbona - Kiev) di cui questa tratta sarebbe parte fondamentale non esiste: da Trieste verso est l'opera è bloccata in tutti i suoi aspetti.

L'appalto per la costruzione del tunnel di 52 Km (7,5 miliardi di euro) è stato vinto da una ditta francese che l'ha subbappaltato alla francese RockSoil, di proprietà della moglie dell'allora ministro Lunardi.

La linea in costruzione è esclusivamente merci, non si avrebbe nessun vantaggio in termini di tempo per la percorrenza da Torino a Lione. I treni passeggeri continuerebbero a transitare nella linea ferroviaria storica, con i tempi di percorrenza attuali.

Ocram

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 38

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: TAV Sì – TAV No: quando con l'intelligenza dell'elettore si fanno cose indicibili (e puzzolenti).

Messaggio Da Ospite il Gio Mag 19, 2011 10:31 am

è un volantino evidentemente di parte, con anche molti errori tecnici.

In quanto alla moglie di Lunardi di certo l'UE non ha fatto partire un progetto del genere per far arrivare i soldi alla moglie di LUnardi, se qualcuno ne ha approfittato è giusto punirlo, ma non per questo automaticamente il progetto è da buttare.

Sull'amianto è molto diffuso in natura, non sarebbe la prima volta che si fanno opere in tali condizioni, ed è già stato dimostrato che si possono fare lavori con presenza di amianto naturale in piena sicurezza.

La tratta inoltre è costruita per essere usata al 100% solo dopo vent'anni e più la sua costruzione. é inutile costruire una tratta perchè venga occupata subito al 100%, perchè se il traffico aumenta (come è previsto che avvenga) dopo 2 anni diventa già obsoleta. In Italia solitamente si costruisce secondo il secondo sistema, infatti si nota la qualità delle infrastrutture, ad esempio anche delle autostrade più recenti.

Quella sul corridoio 5 è una corbelleria bella e buona. Salvo alcuni casi (tra cui quello della Val di Susa, più o meno dappertutto la costruzione sta andando avanti).

Inoltre il finale del volantino è sbagliato, in quanto i treni merci proseguirebbero almeno per alcuni anni ancora sulla vecchia linea per la maggior parte, mentre sarebbero i treni passeggeri veloci a percorrere inizialmente la TAV. Attualmente invece i treni, come in tutte le linee ferroviarie, passeggeri o merci devono fermarsi o rallentare proprio per la presenza di tutti i due tipi che percorrono contemporaneamente la stessa tratta (basta vedere quel che è successo a Viareggio).

Questo è più o meno come personalmente vedo la questione.

Poi come dico: ci sono dei contro, ma non sono quelli usati dalla vulgata comune.
Da una scarsa unione dei nuovi tratti ferroviari con i vari interporti e siti logistici (cosa che comunque può sempre essere migliorata) in giù.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: TAV Sì – TAV No: quando con l'intelligenza dell'elettore si fanno cose indicibili (e puzzolenti).

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum