Modifica della Giustizia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Modifica della Giustizia

Messaggio Da sirio13 il Ven Mag 07, 2010 7:22 am

tenendo conto che a me piace il modello americano ma che lo stesso non è possibile inserirlo integralmente nel ns. sistema giudiziario colgo l'occasione per dare alcun i spunti.
1) dare maggiori poteri ai giudici di pace per dirimere tutte quelle cause del tipo "beghe condominiali" che possono essere risolte con la semplice applicazione delle leggi vigenti, questo per togliere gran parte delle cause civili ai magistrati

2) tenedo conto che in america le cause hanno minore durate in quanto cadenzate negli appuntamenti giuduziari dal giudice stesso e non dagli avvocati, quindi per ridurre i tempi occorre:
a) Il giudice stabilisce le udienze che non potranno essere spostate se non per cause che ne possono modificare gli esiti ( a discrezione del giudice) e chi non si presenta alle udienze ne accetta d'ufficio l'esito del giudice che in questo caso diventa inappellabile (non parlo dell'imputato ma anche del suo avvocato)
b) Il giuduce stabilisce le udienze dei vari casi che deve amministrare dando priorità ai casi più gravi ed importanti ( una sorta di triage da stabilire in ambito giudiziario)
c) Per tutte le cause civili e penali di minore rilevanza si deve risolvere in soli due gradi di giudizio (inappellabilità della corte di appello)
d) in cassazione arriverrano così solo i casi più gravi e di rilevanza pubblica.

assieme a queste norme si può introdurre anche la legge (in parlamneto) sul processo breve in quanto si intende per processo breve, giudizio in breve termine, e non come sta accadendo ora decadimento dei processi in breve tempo perchè i giudici non sono in grado di arrivare in tempo al giudizio.

sirio13

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 07.05.10
Età : 55
Località : Carrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

risposta

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Sab Giu 05, 2010 1:47 pm

riguardo alla giustizia confermo la necessita di riformarla come affermi tu.difatti non funziona,ma mette dentro tanti innocenti in attesa di un giudizio sballato che e se ne rilevano gli incartamenti nell archivio stra saturo.dobbiamo semplificare ed accellerare le sentenze aumentando i giudici e nella quantita che nella qualita,compresi quelli di pace soprattutto,sfoltendo le procedure lunghissime di attesa di giudizio.ok

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'INGIUSTIZIA ITALIANA

Messaggio Da Enrico.Zanchetta il Mar Lug 13, 2010 10:22 am

Purtroppo l'Italia il bel paese del sole, del mare e delle alpi ha una grave pecca quella umana dell'ingiustizia. Tutto non per parlare male o per sentito dire ma i fatti ci dimostrano che l'amministrazione generale della giustizia è un fallimento mentre prende largo campo il successo dell'ingiustizia forse causata da molti motivi partitici che esigenze umane.

Premesso che la giustizia terrena dovrebbe esistere per salvaguardare i cittadini onesti mediante la privazione di diritti quali la libertà di cittadini violenti, ladri e disonesti la giustizia italiana merita una revisione approfondita sul tema e che non si fermi al personalismo di lodi e permessi politici. A mio avviso dovremo presentare un disegno di legge chiaro e conciso con norme facili e attuabili ma rigorose e giuste nei concetti di giustizia.

1) Cura dimagrante alle troppe cariche giudiziarie, nel senso non possono esistere giudici di pace, primo secono ecc appelo, giudici del riesame, giudici di cassazione e corti varie con processi burocratici spesso separati ed interminabili. Indi per cui si distinguano solo tre categorie:
- giudici di pace per le piccole cose liti condomiali, terreni e servitù prediali ecc..ecc.. senza la possibilitàdi molti ricorsi da fare in appello o altro, a meno che il giudice o i giudici non ritengano che ci possa essere ben oltre che la sola bega;
- giudici civili con dunque attributi tutti i poteri necessari alle cause civili
- giudici penalisti con dunque tutti i poteri attrubuiti alle cause penali (reati, furti, danni personali)

Quando le prove sono schiaccianti come si dice, o colti in flagranza di reato penale non deve esistere ricorsione in appello e applicazione della massima pena prevista senza dimunzioni patteggiamenti o altre idiozie del genere, si rilascerebbero solo criminali liberi di girare il paese..la flagranza è colto sul fatto.
Riduzione delle liste, dei tempi d'attesa dei tribunali.

2) Servono delle leggi oltre a delle persone che dovrebbero contenere:

- Non esistenza di incapacità di intendere e volere, alcool e droga ecc..ecc.. sono sinonimi di intendimento di voler farsi del male mettendo a rischio la vita altrui, pena massima e irriversibile l'unica possibilità è essere inseriti se non è stato commesso un omicidio è detenzione preventiva, opere di reintegrazione seguinti da ufficiali designati.

4) Stop a patteggiamenti, a sconti e a ricorsi per omicidi, violenze carnali, pedofilia, aggressioni anche qui se colti in flagranza esiste solo il giudici per direttissima senza troppi tempi lunghi di mezzo e pena massima prevista minimo 15 più castrazioni per pedofilie e violenze, minimo 30 anni per omicidi preterintenzionali, voluti. Cosa diversa per la leggitima difesa che merita attenzione, cosrruisco una casa, soldi e famiglia con il sudore della fronte nessuno ha il diritto di entrate e distruggere tutto, questi distruttore se presi vivi massima pena.

5) Basta ai cavilli alle cazzate e agli impedimenti non si possono liberare mafiosi accertati, gente con precedenti penali che poi ricommettono vedi telegiornali lo stesso reato (velocità elevata, omissione di soccorso e omicidio colposo e volontario, non stopparsi alle striscie!) chi commette reati (omicidi, violenze, investimenti, furti...) non deve avere le attenuati prima 2\3 anni di detenzione poi altri di sconto esterno della pena e forse poi si ridanno diritti e doveri.

6) Cos'è la prescrizione? Un modo per salvare criminali, condannare innocenti e far far soldi alla magistratura in generale? Non si possono attendere anni e anni per un processo penale che già dura meno del processo civile. Allora nel caso non ci siano prove schiaccianti che dunque il giudice penalista|totale può rimandare alla corte di appello| assise o quel che è allora si è ammesso il ricorso con l'introduzione delle giurie popolari..





avatar
Enrico.Zanchetta

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 03.06.10
Età : 29
Località : Verona

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Modifica della Giustizia

Messaggio Da Marcello.DeVita il Mar Lug 13, 2010 11:18 am

Tocchi molti punti e certamente in futuro li analizzeremo attentamente. Quello che posso dirti è che mi trovo d' accordo con te in molti punti.

Io adesso vorrei soffermarmi sulla pena e sull'utilità della detenzione in carcere.

Molte volte, soprattutto nelle ultime settimane, sentiamo politici e pubblici ufficiali condannati in via definitiva per reati molti gravi e generosi a danno dello Stato e quindi del cittadino. Ma alla fine la pena detentiva, anche se alcune volte sembra severa, non viene applicata tra ricorsi in appello, avvocati strapagati, errori giudiziari e prescrizioni varie non fanno un solo giorno in carcere.

Io punterei più a toccare i beni materiali, finanziari e personali del soggetto: interdizione dai pubblici uffici, sequestro di tutti i beni materiali e finanziari fino al raggiungimento della somma illegale percepita e risarcimento dei danni causati.



avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Modifica della Giustizia

Messaggio Da lorenzoferrua il Mar Lug 13, 2010 6:43 pm

Secondo me il disastro della giustizia in italia non è dovuto dalla difficoltà di gestire il problema...ma dalla volontà di non volerlo farlo funzionare. Pensiamo a quanti politici coinvolti in processi, condannati, che continuano a esercitare le cariche a cui sono arrivati.
E chi decide le leggi per far funzionare il sistema giuridico? i politici...c'è un bel conflitto d'interessi Shocked
Finchè ci sono persone di quel tipo a governarci non faranno mai funzionare il sistema perchè finirebbero loro in carcere.
La soluzione sarebbe alleggerire il tutto e rendere veloci i processi. Negli altri stati si richiede il rito abbreviato perchè ci sono grandi vantaggi sulla pena in caso di condanna...in italia conviene tirare la cosa quanto più a lungo perchè poi un indulto o un amnistia ci escono sempre.
Iniziamo con il cancellare questi porvvedimenti in modo che chi deve affrontare un processo voglia scegliere la strada più corta perchè più conveniente.
E poi che razza di provvedimenti democratici sono? la cancellazione del reato o della pena? e chi rispetta le leggi è fesso?
avatar
lorenzoferrua

Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 24.06.10
Età : 37
Località : San leucio del sannio BN

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Modifica della Giustizia

Messaggio Da Rossella il Mer Lug 14, 2010 11:43 am

lorenzoferrua ha scritto:Secondo me il disastro della giustizia in italia non è dovuto dalla difficoltà di gestire il problema...ma dalla volontà di non volerlo farlo funzionare. Pensiamo a quanti politici coinvolti in processi, condannati, che continuano a esercitare le cariche a cui sono arrivati.
E chi decide le leggi per far funzionare il sistema giuridico? i politici...c'è un bel conflitto d'interessi Shocked
Finchè ci sono persone di quel tipo a governarci non faranno mai funzionare il sistema perchè finirebbero loro in carcere.
La soluzione sarebbe alleggerire il tutto e rendere veloci i processi. Negli altri stati si richiede il rito abbreviato perchè ci sono grandi vantaggi sulla pena in caso di condanna...in italia conviene tirare la cosa quanto più a lungo perchè poi un indulto o un amnistia ci escono sempre.
Iniziamo con il cancellare questi porvvedimenti in modo che chi deve affrontare un processo voglia scegliere la strada più corta perchè più conveniente.
E poi che razza di provvedimenti democratici sono? la cancellazione del reato o della pena? e chi rispetta le leggi è fesso?

d'accordissimo, i processi vanno troppo per le lunghe e in questo modo ci guadagnano solo avvocati e accusati. è la giustizia che ci perde.
il problema principale è trovare un sistema obiettivo che non favorisca nessuna casta sociale. ma in fondo, volere è potere!
avatar
Rossella

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 18.06.10
Età : 27
Località : Civita Castellana (VT)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Modifica della Giustizia

Messaggio Da Ospite il Gio Set 02, 2010 2:46 pm

Credo ci sia da fare un po' di ordine in quello che ha detto Enrico Zanchetta. Alcuni punti sono condivisibilissimi, altri meno. Vado al dettaglio:

1) Le varie categorie di giudici sono necessarie, e ti spiego perchè. Se ad un giudice penalista compete sia il primo grado, sia l'appello, sia eventualmente la Cassazione, come è possibile che riesca a svolgere degnamente il suo compito? Dividere i giudici per i gradi di giudizio loro competenti è necessario e fondamentale per un funzionamento corretto della "macchina giustizia". Non è modificabile. La burocrazia che vuoi andare a snellire non è questa. La burocrazia da snellire sta nei passaggi da un grado all'altro, le comunicazioni tra avvocato e giudice, e la calendarizzazione delle udienze.

2) La "capacità di intendere e volere", di fatto, è un diritto. Sta al giudice e ai periti stabilire se è reale, tale mancanza, o solo fittizia per salvarsi dalla massima pena prevista. A mettere in libertà i criminali non è la "incapacità di intendere e di volere", ma l'applicazione degli ALTRI sconti di pena NEL processo (scelta del rito, attenuanti generiche), e DOPO il processo (buona condotta, età del reo).

3) non l'hai scritto... :D

4)Sono d'accordo sull'abolizione degli sconti di pena per patteggiamento nei reati più gravi. Sono totalmente contrario alla castrazione chimica, poichè significherebbe scendere allo stesso livello degli assassini che si giudica. A questo punto sarebbe più veloce togliere i giudici e mettere i boia per le pubblice esecuzioni. Se vogliamo essere Paese Civile dei Diritti e dei Doveri, certe cose bisogna lasciarle fuori.

5) Scritto un po' male ma dovrei essere d'accordo su quello che ho capito. Niente cavilli post processo...sì, ci sto (si ritorna all'inappellabilità della sentenza).

6) Sono d'accordo sull'eliminazione della prescrizione per ogni tipo di reato, o, se la si vuole tenere, va raddoppiata per ogni tipo di reato. Per Mafia, Terrorismo e reati in cui sono coinvolti Pubblici Ufficiali o Politici la prescrizione va eliminata. Questo deve restare un punto fermo.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Gio Set 02, 2010 6:03 pm

voto marcello.comunque ci vogliono piu giudici e personale inerente lo sveltimento delle procedure di giudizio,per accellerare le sentenze senza farle andare in prescrizione/archiviazione,per poi liberare dei delinquenti.vanno giudicati tutti,ma ci vogliono piu giudizi e personale addetto a fare piu sentenze.centuplicarle.

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Modifica della Giustizia

Messaggio Da Neoteros il Sab Set 04, 2010 1:59 pm

proporrei, in caso di reati inerenti alla malavita organizzata, di giudicare i familiari e gli amici del colpevole come colpevoli anch'essi per i medesimi reati, anche in mancanza di prove certe. si sa che se si taglia un solo ramo poi quello ricresce, ma se si taglia l'albero è qualcosa di definitivo. soprattutto nella 'ndrangheta, ma anche in misura minore nelle altre organizzazioni, spesso il "mestiere" viene continuato da familiari, rendendo inutili gli arresti. In alternativa, castrazione chimica e divieto di adozione. Proporrei anche l'ergastolo per reati come conflitto di interessi, corruzione ed incitamento all'odio razziale, nei casi più gravi da scontarsi in isolamento.
avatar
Neoteros

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 03.09.10
Località : Milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Modifica della Giustizia

Messaggio Da Marcello.DeVita il Sab Set 04, 2010 2:33 pm

In verità il reato penale è sempre personale e tale deve rimanere se poi amici e familiari sono coinvolti direttamente nel reato è un altra cosa ma se hanno l'unica colpa di avere un amico o familiare che commette reati gravi questo no, non possono essere colpevoli degli stessi reati. Possono essere adottate misure cautelari ma solo quando ci siano reali prove di un loro delinquere e non certo una semplice eventualità.

avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Sab Set 04, 2010 2:53 pm

sono daccordo con lorenzo ferrua.ci stanno prendendo in giro,si fanno le leggi per loro ed a noi tocca tirare la cinghia per leggine ,e multe acchiappa soldi per quisquilie.se poi ci arrestano ci fanno passare la galera in attesa di giudizio.i previlegiati invece no,sono immuni,impuniti ed ora verso la liberta totale con l archiviazione od il fuori tempo massimo,ne escono puliti.basta ingiustizie e prese in giro al popolo.

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Modifica della Giustizia

Messaggio Da Ospite il Lun Set 06, 2010 7:50 am

Neoteros ha scritto:proporrei, in caso di reati inerenti alla malavita organizzata, di giudicare i familiari e gli amici del colpevole come colpevoli anch'essi per i medesimi reati, anche in mancanza di prove certe. si sa che se si taglia un solo ramo poi quello ricresce, ma se si taglia l'albero è qualcosa di definitivo. soprattutto nella 'ndrangheta, ma anche in misura minore nelle altre organizzazioni, spesso il "mestiere" viene continuato da familiari, rendendo inutili gli arresti. In alternativa, castrazione chimica e divieto di adozione. Proporrei anche l'ergastolo per reati come conflitto di interessi, corruzione ed incitamento all'odio razziale, nei casi più gravi da scontarsi in isolamento.

E' impossibile, e altamente al di là di ogni carta dei Diritti.
Accusare una persona di un reato solo perchè un parente è mafioso è a dir poco inaccettabile. Viene meno il principio giuridico e etico della presunta innocenza, e soprattutto, come tu stesso hai ammesso, viene meno il principio delle PROVE. Si entrerebbe dalla porta di servizio in uno Stato di Polizia dove il sospetto è sufficiente per incarcerare chiunque.
Si arriverebbe a incarcerare pure chi, con la criminalità organizzata, non c'entra, perchè queste iniziative verrebbero sempre più allargate. E si arriverebbe al punto in cui tu, solo per aver parlato con un ladro, verresti messo in carcere per rapina.
Sulla castrazione chimica mi sono già espresso in un'altra sezione, non è giustizia, ma solo vendetta. Sul divieto di adozione se ne può parlare.

Ergastolo per conflitto di interessi e per incitamento all'odio razziale, e pure in regime di 41bis è francamente ridicolo, con tutto il rispetto. Si finirebbe nel già detto Stato di Polizia.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Modifica della Giustizia

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum