Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Lun Ago 30, 2010 8:47 am

http://www.nuovademocraziaeuropea.eu/energie.htm

Nei vari post sono stati proposti diversi obiettivi e soluzioni di seguito elencati. Ciò di cui abbiamo bisogno è quindi iniziare a definire il programma di Nuova Democrazia Europea ed integrare quello già presente sul sito, in modo da dare a chi visita lo stesso una visione chiara dei nostri progetti. A questo proposito ci sarebbe bisogno che chi ha le competenze tecniche necessarie, fornisca dei dati sperimentali precisi (archimede o lorenzoferrua mi sembrano persone indicate, tra le altre).
Non si chiede un trattato, ma la conferma che tali proposte sono fattibili. Prezzi, consumi, efficienza sono alcuni dei dati utili.

Ho analizzato i vari post scritti in sezione Ospiti e Soci riguardo le energie rinnovabili. Da alcuni sono state portate e ricavate delle buone idee, in altri mancano delle conclusioni che dovremo trovare qui.
Se avete delle nuove proposte, ovviamente, non postate qui, ma create un altro Topic. Nel caso ce ne fosse bisogno, riprenderemo qui la discussione in modo definitivo, altrimenti si prenderà in considerazione l'aggiunta al programma.

Questi sono i punti che finora mi sembrano accettati.

  • Investire nella ricerca green energy.
  • Tassare il settore petrolifero.
  • Incentivi statali per promuovere l'acquisto di elettrodomestici a basso consumo.
  • Consentire l'accumulo energetico domestico ricavato dai pannelli fotovoltaici.
  • Ripianificazione dell'illuminazione stradale, diminuendo il numero di lampioni e utilizzando l'illuminazione a LED. Anche nelle case, negli edifici pubblici e nelle aziende.
  • Scegliere un default di versamento per il 5x1000 del cittadino (se il cittadino non sceglie un ente, verrà comunque indirizzato a quello più utile per lo sviluppo).
  • Stufe a pellets per le abitazioni private.


Questi quelli da discutere e eventualmente da inserire in modo riassuntivo sul sito e in modo dettagliato in pagine più specifiche.
  • Energia eolica. Argomento trattato solo superficialmente. Se siete preparati in materia, create un Topic nell'apposita sezione.
  • Energia dal mare. È possibile sfruttare il movimento delle onde per produrre energia, qui in Italia?
  • Un pannello solare su ogni tetto.
  • Pannelli solari sulle strade/autostrade.
    1. Quali sarebbero le conseguenze a lungo termine?
    2. È facile riciclare/riutilizzare i componenti degli stessi?

  • Introduzione della legge 2/10 tedesca per le case di nuova costruzione e per le case in ristrutturazione.
  • Eliminare le tasse sul diesel per i mezzi agricoli (come negli USA) in questo modo gli agricoltori potranno anche prodursi autonomamente il loro carburante (colza ecc..)
  • Incentivare le aziende produttrici a inserire i pannelli solari ed utilizzare carburante solido (prodotto nei termovalorizzatori come quello bresciano.
  • Geotermico per il riscaldamento di case e serre.
  • Consentire e promuovere l'utilizzo della tecnologia basata sull'elettrolisi dell'acqua.



Modererò questa discussione senza pietà. Quindi niente spam, messaggi poco attinenti al tema principale o semplici +1. Ciò che serve veramente è scritto all'inizio.

Per discutere un punto, copiate lo stesso e inseritelo tra i tag [ quote][ /quote].

Grazie a tutti.

_______________________________________________________________________________________________
Approfondisci l'argomento, prima di postare.
Link utili:
Di cosa si è discusso finora?
Geotermico. Analisi e dati.
Diminuire i consumi e investire nella ricerca
_______________________________________________________________________________________________


Ultima modifica di Fabrizio Marchionne il Ven Ott 01, 2010 11:37 am, modificato 12 volte
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

•Introduzione della legge 2/10 tedesca per le case di nuova costruzione e per le case in ristrutturazione

Messaggio Da ploce il Mer Set 01, 2010 8:38 am

in Italia, già esiste una legislazione in materia, infatti, per le case di nuova costruzione, il limite di trasmittanza termica al 1/1/2010 in seguito alle modifiche apportate alla legge 10/1991 con il Decreto 11 marzo 2008, n. 78, è 0,36 W/m2*k per le superfici orizzontali e 0,40 W/m2*k per le superfici verticali. Diciamo che siamo già in un buon range di risparmio energetico. Vi sarei grato se, prima di proporre argomenti, di informarsi per evitre di sparare a zero.

ploce

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 27.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

•Eliminare le tasse sul diesel per i mezzi agricoli (come negli USA) in questo modo gli agricoltori potranno anche prodursi autonomamente il loro carburante (colza ecc..)

Messaggio Da ploce il Mer Set 01, 2010 8:43 am

argomento gia affrontato, ed è stato dimostrato che non è conveniente! per il solo sostentamento di un trattore agricolo, non ricordo bene, ma ci vogliono svariati ettari di terreno coltivato a colza o mais, lo stesso terreno, opportunamente coltivato basterebbe al sostentamento di una famiglia. L'energia non si crea, ma si trasforma e, purtroppo, siamo soggetti al 2° principio della termodinamica!

ploce

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 27.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

•Geotermico per il riscaldamento di case e serre.

Messaggio Da ploce il Mer Set 01, 2010 8:45 am

L'Italia non è Orbetello! la geotermia è un'energia che può e viene sfruttata dove esiste, a Latina o a Cicciano non è possibile!

ploce

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 27.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Incentivi statali per promuovere l'acquisto di elettrodomestici a basso consumo.

Messaggio Da ploce il Mer Set 01, 2010 8:49 am

L'elettrodomestico non è un bene di prima necessità, e nemmeno di seconda. L'incentivazione statale servirebbe solo a drogare il mercato, incentivare il risparmio energetico, invece. e anche questo non è una novità, almeno per tutto il 2010 è prevista una decurtazione delle spese effettuate per il risparmio energetico del 55% , recuperandola direttamente dall'IRPEF per i successivi 5 anni.

ploce

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 27.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

•Scegliere un default di versamento per il 5x1000 del cittadino (se il cittadino non sceglie un ente, verrà comunque indirizzato a quello più utile per lo sviluppo).

Messaggio Da ploce il Mer Set 01, 2010 8:52 am

le tasse vanno ridotte non aumentate. a furia di 5 per 100 o 1000, si tassano sempre i fessi a reddito fisso. qualunque tassa deve essere mirata e non soggetta agli umori di chi governa, questo genera solo sprechi.

ploce

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 27.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Marcello.DeVita il Mer Set 01, 2010 9:01 am

Dai tuoi dati Ploce sembra che l'Italia è il paese dell'energie rinnovabili. Cosa che non mi sembra sia così visto che il governo attuale è per la energia nucleare.

L'Italia sfrutta solo in minima parte le potenzialità dell'energia solare e di quella eolica.

avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Mer Set 01, 2010 9:40 am

ploce ha scritto:le tasse vanno ridotte non aumentate. a furia di 5 per 100 o 1000, si tassano sempre i fessi a reddito fisso. qualunque tassa deve essere mirata e non soggetta agli umori di chi governa, questo genera solo sprechi.

Il 5x1000 viene detratto dalle tasse che già si pagano allo stato. In pratica, se il cittadino non sceglie di donarlo, sono solo soldi in più che prende il governo.

L'Italia non è Orbetello! la geotermia è un'energia che può e viene sfruttata dove esiste, a Latina o a Cicciano non è possibile!
Era sottointeso che si dovrebbe utilizzare dove possibile.


Ultima modifica di Fabrizio Marchionne il Mer Set 01, 2010 9:52 am, modificato 1 volta
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Mer Set 01, 2010 9:45 am

concordo con ploce.la geotermia funziona solo dove i rilevamenti geotermici confermano l idoneita termica del sottosuolo.riguardo alla illuminazione pubblica,che non è poca cosa a livello di entropia energetica,consiglio l illuminazione a LED.anche nelle case,negli edifici pubblici ed industriali,dappertutto.poichè riduce drasticamente i consumi energetici,e quindi l attinzione di energia estera.riguardo al fotovoltaico si è recentemente scoperto dal gruppo di reggio, costruttori di energie rinnovabili una semplice tecnica per aumentare la potenzialita delle celle fotovoltaiche.tecnica verificata con prototipo.inserire inoltre il sistema di accumulo energetico in loco mediante accumulatori molto capaci al nikel ferro di lunga durata,significa non sprecare energia fotovoltaica immessa x legge in rete,perchè è bene sapere che la rete non ha accumuli di energia,non ha accumulatori.lo hanno detto gli stessi scienziati.avendo conferito il mio libro al gruppo succitato costruttori di energie rinnovabili,si stanno apprestando a realizzare i prototipi relativi , a pagina 19 noria idrogravitazionale ad accumulo energetico per ogni abitazione,a pagina 33 collettore di energia idrica di masse d acqua in movimento per fiumi e correnti sottomarine,prototipo costruito e verificato efficente ed ottimale circa 7 anni fa ripreso anche in tv grazie al wwf, posto nello stretto di messina..inoltre ho conferito i dati per costruire la cella elettrolitica ad ossidrogeno per elettrolisi di acqua ad alta frequenza 350khz,alto voltaggio 700v ,e basso consumo di ampere,0,5 ampere x litro acqua h2o.poichè con questa tecnologia si possono convertire tutti i sistemi termici senza cambiarli,ma sostituendo solo il sistema di alimentazione,come di solito si fa quando si decide di far trasformare un auto a benzina a gas metano o gpl.idem per centrali elettrotermiche,aerei navi autoveicoli caldaie ecc.vapore acqueo come emissione di scarico.dobbiamo impedire il ripetersi dell errore nucleare in italia,facendo pressioni in sede europea affinchè si ottenga l attivazione del diritto referendario nazionale .per ora è tutto.in seguito contribuirò ulteriormente sinergicamente con voi.grazie e buon lavoro a tutti.

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Mer Set 01, 2010 10:00 am

archimede/fabio pareto ha scritto:consiglio l illuminazione a LED.anche nelle case,negli edifici pubblici ed industriali,dappertutto.

Era quello che volevo leggere. Aggiungo tra i punti confermati?
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Mer Set 01, 2010 10:02 am

si certo

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da ploce il Mer Set 01, 2010 10:52 am

Marcello.DeVita ha scritto:Dai tuoi dati Ploce sembra che l'Italia è il paese dell'energie rinnovabili. Cosa che non mi sembra sia così visto che il governo attuale è per la energia nucleare.

L'Italia sfrutta solo in minima parte le potenzialità dell'energia solare e di quella eolica.

non ho mai affermato questo, cercavo solo di dibattere, punto su punto, sulle proposte di Marchionne per evidenziare quanto già è stato fatto. ripeto, non cerchiamo di buttare quanto di buono c'è solo per ragioni ideologiche, in parole povere, non buttiamo il bambino con l'acqua sporca e soprattutto, ragionare sulle cose. alla mia età, si è sempre propensi a dubitare costruttivamente, io diffido dai possessori di certezze assolute.

ploce

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 27.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Marcello.DeVita il Mer Set 01, 2010 10:58 am

si certo ma bisogna sapere che a volte in Italia le leggi ci sono ma non vengono applicate o peggio non possono essere applicate perchè esiste un altra legge o regolamento che impedisce di fatto che possa essere applicata.
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da lorenzoferrua il Mer Set 01, 2010 1:46 pm

Il geotermico non si realizza solo con sonde di scambio nel terreno, lo si può fare anche con l'acqua come mezzo di scambio, ad esempio un bacino artificiale!! Informiamoci tutti Very Happy
avatar
lorenzoferrua

Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 24.06.10
Età : 37
Località : San leucio del sannio BN

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da lorenzoferrua il Mer Set 01, 2010 2:29 pm

http://www.geotermia.org/
http://it.avenir-energie.com/
Qua ci spiegano come si può fare la geotermia, quando conviene e quando no, ecc
avatar
lorenzoferrua

Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 24.06.10
Età : 37
Località : San leucio del sannio BN

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da ploce il Mer Set 01, 2010 3:05 pm

Marcello.DeVita ha scritto:si certo ma bisogna sapere che a volte in Italia le leggi ci sono ma non vengono applicate o peggio non possono essere applicate perchè esiste un altra legge o regolamento che impedisce di fatto che possa essere applicata.
il fatto che le leggi non vewngono applicate, non dipende certo dal governo, piuttosto siamo noi che abbiamo scarso senso civico e le disattendiamo. al mio paese, per esempio, si stanno costruendo alcune case nuove, ti assicuro e sono pronto a giurarlo, solo una risulta conforme alla legge sul risparmio energetico, le altre sono tutte fuori legge, eppure se andiamo a controllare i documenti, sicuramente sono state presentate le certificazioni necessarie per l'abitabilità. ora se nella legge, come sanzione invece della piccola sanzione di soli 3000,00 €uro in caso di dichiarazione mendace si fosse aggiunta al cancellazione dall'albo del professionista imbroglione, sono sicuro che le certificazioni false non sarebbero state fatte. Massimo D'Azeglio o forse Ferdinando Martini affermava che fatta l'Italia bisognava fare gli Italiani, gli Italiani, secondo me, non intesi come popolo, ma come popolo civile! Ho vissuto per lavoro in varie parti d'Italia e ti assicuro che ogni mondo è paese, da tutte le parti esistono persone civili e imbroglioni per cui, la certificazione energetica, purtroppo, non bisogna lasciarla all'autocertificazione del contribuente così come previsto dalla Bassanini, ma, e ancora purtroppo, c'è bisogno di un'autorità terza che certifichi e rilascia il benestare. siamo in Italia, non in Germania.

ploce

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 27.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Marcello.DeVita il Mer Set 01, 2010 3:09 pm

si certo c'è anche tutto un sistema Italia che non funziona..sto bambino è veramente molto sporco Very Happy
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Mer Set 01, 2010 7:20 pm

bene queste due ditte sono molto meglio della lumax,che non prevedeva ne consentiva il geotermico dappertutto.grazie lorenzoferrua.in tal modo l entropia energetica diminuisce molto,potendolo attuare dappertutto.

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Mar Set 07, 2010 5:59 pm

concordo con lorenzo e marcello.difatti il problema è sistemico.da una parte le leggi assurde che impediscono addirittura che un veicolo a motore termico a combustibile inquini meno della soglia minima prevista dalla legge,quindi un auto convertita ad ossidrogeno da elettrolisi d acqua non passerebbe affatto il collaudo poichè non inquina affatto,emana solo vapore acqueo allo scarico.idem con il solare fotovoltaico,la legge non prevede,nè consente di accumulare l energia elettrica solare in accumulatori di corrente che abbasserebbero molto l entropia energetica e la bolletta elettrica,ma impone proprio di stare collegati alla rete senza consentire assolutamente di accumularla a domicilio.quindi dapprima è un problema politico legislativo ,pure burocratico,dato che vanno ad impedire persino l eolico perchè dicono che le pale uccidono i volatili.....no comment.ho provato a dare il mio libro ad un meccanico affinche si potesse realizzare il prototipo di pag 19 del mio libro ,tecnologia idro gravitazionale ad accumulo idrico,ma mi rispose che pur essendo molto interessato percependone la efficacia e la potenzialità energetica free energy,mi disse che la legge non gli consente di realizzarlo,ha chiesto pure in giro ed ha ragione.le free energy sono inibite dalla legge per subdoli motivi che lascio intendere a tutti,dato che sono ormai noti.inoltre a pag 33 c è una seconda tecnologia free energy easy per ricavare energia dalle correnti sottomarine e dai fiumi.se non sblocchiamo la legge queste tecnologie ed altre free energy rimarranno inibite stabilmente.basta con gli interessi di pochi a scapito di tanti italiani cittadini stufi di una malapolitica ed un malgoverno.verso la fine del mese mi hanno invitato in austria per le mie invenzioni,e spero che prendano piede almeno la ,paese in cui le free energy sono al primo posto,mentre il nucleare viene inibito giustamente.l illuminazione a led persino nei video dei computer offre un abbassamento dell assorbimento/consumo energetico notevole,soprattutto per l illuminazione pubblica,dappertutto.pero ci sono dei monopoli,brevetti che ne limitano la divulgazione/diffusione imparziale e simultanea.danno a rispettare i tempi di scadenza brevettuale,molto probabilmente.credo che se una tecnologia risulti essere di notevole importanza internazionale vada liberata,resa di dominio pubblico,come ho fatto io con le mie invenzioni ,altrimenti si frena lo sviluppo tecnologico ed il beneficio alle popolazioni,all umanità.invece di dare priorità agli interessi economici di pochi speculatori.

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Ospite il Sab Set 18, 2010 11:08 pm

secondo me in italia si puo' fare molto in termini di risparmio energetico e dato che 1kw risparmiato equivale a 1kw guadagnato e' evidente che con i LED di lavoro c'e' ne' molto, se poi sommiamo anche la produzione del fotovoltaico con cui si puo' generare una quantita' enorme di energia elettrica e' evidente che il risultato complessivo delle due tecnologie si tramuta in un grosso risparmio energetico. il vero problema sono i costi da sostenere per poter utilizzare queste tecnologie che in un periodo di crisi economica pesano ancora di piu', tanta gente chiede e si informa , ma quando sente le cifre lo vorrebbe fare ma non puo' permetterselo e rinuncia per un problema economico. Come al solito il sistema bancario italiano che dovrebbe servire a finanziare e rendere concrete queste opportunita' non fa' altro che ignorarlo o considerarlo un operazione con rischi maggiori quindi per erogare i finanziamenti devono essere supergarantite dal cliente. non voglio entrare nel merito del sistema bancario italiano in quanto per me' oggi fa' proprio schifo, pero' penso che a questo punto una iniziativa dello stato a completamento della legge sugli incentivi statali GSE per il ftv sarebbe auspicabile, in quanto la legge dice che ti vengono erogati per 20 anni gli incentivi ma non fa' nulla per agevolare i finanziamenti per la costruzione degli impianti FTV mediante accordi quadro con le grandi banche. e questo permette ad altri operatori stranieri di approfittare di questo gap e di approfittare degli incentivi italiani in quanto le banche straniere probabilmente offrono dei servizi migliori e permettono alle societa' estere di poter installare facilmente grandi impianti FTV in italia ottenendo incentivi dallo stato italiano per 20anni. e' praticamente il massimo della miopia italiana. perche' il risultato ottenuto e' che le aziende estere sono i produttori di pannelli FTV (quindi fatturato e utili per la produzione vanno oltreconfine a discapito dell'occupazione italiana). gli incentivi in euro vanno anche loro oltreconfine (arricchendo le aziende estere che incassano una montagna di euro per 20anni) mentre lo stato italiano continua a far pagare il tutto agli italiani con le tasse maggiorate sulle bollette elettriche . Non mi sembra che sia stato raggiunto un eccellente risultato. quindi andrebbe rivisto tutto il criterio della filiera degli incentivi legandolo ad accordi quadro con le banche italiane per le imprese italiane costringendole a erogare in modo piu' semplice e rapido i finanziamenti per le energie rinnovabili. Per quanto riguarda i LED, molto si sta facendo sul piano della ricerca e dello sviluppo per avere sempre maggiore efficienza nel prossimo futuro, ma i costi sono ancora non accessibili a tutti pertanto una leggina sempre legata al finaziamento agevolato alle aziende per favorire la sostituzione delle lampade tradizionali con i LED potrebbe essere incentivante.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Lun Set 20, 2010 1:24 pm

Aggiornato il programma e aggiunti link a pié di pagina per informarsi meglio su cosa si è discusso finora.
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Mer Set 22, 2010 4:13 pm

Umberto Banchieri ha scritto:Se posso aggiungo alcuni dati (Spero affidabili) di massima.

I dati che riporto sono tratti da:
"Risorse rinnovabili -Guida Tecnica" di Luca Colombo, ed. Esselibri-Simone
[...]

Ecco, questi erano alcuni dei dati che da giorni stavo chiedendo.
Sposto il tuo post in un altro topic in cui ci sono già alcuni dati. Grazie per il contributo.

EDIT: Non posso spostare un singolo post, oppure non riesco a trovare l'opzione.
Potresti ripostarlo qui: http://forum.nuovademocraziaeuropea.it/energie-rinnovabili-f40/analisi-e-dati-t154.htm#1000 ?
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Ospite il Mer Set 22, 2010 4:59 pm

Fatto, ho spostato i dati.

Comunque per quel che riguarda la tassazione del settore petrolifero sarebbe un'arma spuntata in quanto finirebbe per ricadere sull'utilizzatore finale del prodotto petrolifero: ovvero l'automobilista.

L'idea migliore sarebbe invece dirigere in maniera fissa e stabilita per legge una aliquota (5? 10? 20%? Contando che le accise sulla benzina -più l'iva legata ad esse- procurano allo Stato entrate per oltre 30 miliardi di euro... già solo un 10% sarebbe una rivoluzione copernicana) sulle accise sul carburante alla ricerca e per gli incentivi per le energie rinnovabili, evitando sia di aumentare le accise (per evitare di aumentare la pressione fiscale) che di diminuirle (per far sì di disincentivare l'uso di carburante, favorendo quindi una mentalità maggiormente a favore dei mezzi pubblici o un uso più accorto delle automobili).

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Dom Ott 10, 2010 9:18 am

riguardo al mio libro posso citare e spiegare due tecnologie autocostruibili mediante un buon fabbro competente e mezzi anche di recupero.la prima a pag.19 NORIA GRAVITAZIONALE AD ACCUMULO IDRICO,trattasi di un sistema a 12 serbatoi da circa 220/250 litri applicati equidistanti ad una catena ambo i lati che a sua volta ruotano su due pulegge dentate/corone.una inferiore ed una superiore in alto dove viene applicato il cambio moltiplica di giri,tipo fuoristrada,ed l alternatore da circa 5/10 kw a seconda della disponibilità d acqua.trattasi di una noria che funziona al contrario ,in breve, per generare energia elettrica.il tubo immissore di acqua è ovviamente posto in alto ,atto a riempire i serbatoi,che hanno un apertura ad imbuto da un solo lato,superiormente ovviamente.la rotazione è lentissima quasi come la lancetta dei minuti.quindi i serbatoi si caricheranno per pesare da un solo lato della noria,in modo da generare coppia motrice.quando arrivano alla corona inferiore ,si svuotano automaticamente,per poi risalire vuoti e leggeri.basta un tubo idrico da 5 od 6 centimetri di diametro ,come minimo,per alimentare i serbatoi.è ovvio che se si disponme di quantitativi superiori di acqua si avra piu potenza e kw a disposizione,quindi la noria girerà piu veloce,agendo sul cambio ,dando piu potenza all alternatore,che potra essere piu grande. riguardo al secondo sistema a pag.33 COLLETTORE DI ENERGIA IDRICA ,per ricavare energia dal mare,o meglio dalle correnti marine e dai fiumi.trattasi di un rotore a 8 pale ad apertura differenziata automatica grazie al flusso idrico.le pale sono collegate diametralmente grazie a barre di torsione e tubi coassiali.esse si apriranno automaticamente al flusso grazie ad esso,mentre diametralmente opposte si chiuderanno non opponendo resistenza.collegando un cambio moltiplica di giri all asse ed un alternatore al cambio, si avra la corrente elettrica necessaria.funziona anche meglio immerso nei fiumi.questo il sito per poter acquistare il libro e visionare bene i disegni http://www.hoepli.it/titoli.asp?autore=Pareto+Sebastiano,tale tecnologia la proposi alla fuiera delle invenzioni di genova nel lontano 1982,dove vinsi pure il premio/diploma della fiera stessa.poi dopo circa 10 anni lo resi di dominio pubblico inviandolo all unesco ed a altre sede tra cui il wwf italia,che lo fece vedere funzionante nel 2005 su rai 3,come grossa boa /vasca galleggiante di circa 10 metri di diametro ovviamente ancorata ,capace di dare centinaia di kw,perfettamente funzionante.

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

archimede/fabio pareto

Messaggio Da archimede/fabio pareto il Sab Ott 16, 2010 11:04 pm

propongo questo video molto interessante poichè conferma quello che sostengo con le free energy da tempo.è verità sulle vere free energy http://www.youtube.com/watch?v=4774JAc1ADw&feature=player_embedded http://video.google.com/videoplay?docid=-4299197541761034052#docid=7785149275674305332 http://www.hho-plus.com/?gclid=CJrRqaW82KYCFYcm3wodKm_PJA

archimede/fabio pareto

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 10.05.10
Età : 55
Località : albenga

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Realizzazione programma NDE Energie Rinnovabili.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum