Questa Sensazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Questa Sensazione

Messaggio Da L il Dom Ago 01, 2010 2:31 pm

Innanzitutto mi presento.. sono un ragazzo di Roma di 22 anni che è abbastanza stufo di sentirsi ogni giorno soffocare da questa sensazione claustrofobica. E' quella sensazione che hanno bene o male tutti i ragazzi della mia età che ancora sanno usare un minimo la testa.
Per sensazione claustrofobica intendo avere l'impressione che ci sia un po' troppo di qualsiasi cosa.
Ci sono troppi idioti, ci sono troppe persone che parlano, c'è troppo poco di concreto, c'è troppa mafia, ci sono anche troppi partiti politici.
In generale c'è davvero troppo caos, un caos in cui è davvero difficile muoversi.

Sul piano teorico sono davvero tutti bravi a fare bellissimi discorsi su come le cose non vanno, su quanto vecchia e corrotta sia la classe politica, su quanto le cose devono cambiare. Ma è proprio questa l'anima della politica presumo. Basta accendere la televisione su uno qualsiasi di quei programmi dove si parla di politica, per capire che in fondo, a fine programma, si sono fatti 3 passi avanti e 3 indietro. Ho anche avuto modo di partecipare come pubblico a dei programmi di politica, toccando quindi con mano quei politici, vedendoli con i miei occhi e sentendoli con le mie orecchie a 2 metri di distanza, senza alcun tramite televisivo.
Ebbene la sostanza dei loro discorsi è del tutto analoga a quella di qualunque gruppo di comuni persone che iniziano a parlare di politica. La differenza consiste solo nel saper o meno utilizzare paroloni.

Basta. Il concetto è solo uno.. basta chiacchiere, siamo stufi.
L'ideale sarebbe poter radere al suolo tutto e ricominciare da capo adoperando la testa.
Se questo è troppo drastico, allora il rinnovo deve comunque partire dalle radici.
Prendere come esempio il giovane di 20 anni (di cui adesso mi farò portavoce).
Apre la porta di casa, mette un piede fuori.
Cosa gli viene offerto dal mondo esterno in alternativa agli stupefacenti?

Questa è la domanda che voglio porvi e su cui vorrei incentrare l'attenzione di NDE.

Sono convinto che la parola "politica" sia ormai radicata nella mente dei più come qualcosa di dannoso.
Quanti di voi, sentendo la parola "politica", non avvertono un qualcerto fastidio?
E' questo il motivo per cui secondo me NDE dovrebbe non tanto somigliare ad un partito, ma a qualcosa di diverso.
Le persone sentendo le parole "Nuova Democrazia Europea" non devono associarle allo stesso disagio che provocano le parole "Partito Democratico" o "Popolo della Libertà", devono invece associarle al benessere che si avverte pronunciando le parole "Aria Fresca".

Mi auguro di ricevere numerose risposte!

L

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 17.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Questa Sensazione

Messaggio Da lorenzoferrua il Dom Ago 01, 2010 2:48 pm

Ciao "L". Io di anni nè ho 30...i miei genitori mi hanno sempre lasciato libero di fare quello che volevo e quando uscendo di casa, o fuori da scuola, mi son trovato davanti gli stupefacenti...gli ho detto no grazie! Sicuramente molte persone possono essere attratte dagli stupefacenti perchè le utilizzano come mezzo di trasgressione, d'evasione o di ritorsione verso la realtà (faccio del male a me stesso così i miei genitori staranno male di conseguenza). Molti non hanno la forza per dire no grazie, molti le utilizzano per disperazione!
Se oggi sono membro di NDE è anche per cambiare certe situazioni, tra cui dare la possibilità ai giovani di crescere con valori importanti e forti, con possibilità di un educazione scolastica seria, e un mondo del lavoro che sappia valorizzare i giovani e non sfruttarli.
Come hai detto tu sono solo belle parole! Ma NDE già si distingue dai partiti oggi presenti in italia. E' nata dall'idea di una persona, ma sta crescendo e maturando con la collaborazione di tutti i soci! E in modo democratico e trasparente. Siamo all'inizio e la strada è lunga. Abbiamo bisogno di molte altre persone che condividano le loro richieste e problemi affinchè NDE diventi il movimento che rispecchi le reali necessità di cambiamento della nazione.
La nostra è un impresa ambiziosa e che ci richiede del sacrificio, ma lo faccio perchè i miei figli possano domani usufruire di servizi che funzionino, di una società che garantista la libertà e l'uguaglianza di ogni cittadino!
Non posso aspettare che qualcuno lo faccia al posto mio, perchè è un dovere rendere migliore la nazione in cui si vive.
avatar
lorenzoferrua

Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 24.06.10
Età : 37
Località : San leucio del sannio BN

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Questa Sensazione

Messaggio Da Marcello.DeVita il Dom Ago 01, 2010 3:08 pm

L il primo pensiero che mi è venuto in mente leggendo il tuo messaggio è "ottima motivazione" . Hai centrato in piena uno delle questioni più importanti, in questo momento difficile per il nostro paese e per l'Europa, la necessità di cambiamento.

Posso dirti che NDE pone come obiettivo primario dar voce ai giovani perchè sono loro a rappresentare la vera alternativa. NDE deve far capire realmente che cos'è la vera politica = partecipazione dei cittadini, meritocrazia, spazio ai giovani e discussione tutto in un clima di reale democrazia.

Ma per fare questo bisogna essere in molti e attivarsi fin da subito perchè il tempo del cambiamento deve esserci e non può aspettare a lungo.


NDE ha bisogno di gente che la pensi come te.
avatar
Marcello.DeVita
Admin

Messaggi : 2672
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 37
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://www.nuovademocraziaeuropea.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Questa Sensazione

Messaggio Da L il Dom Ago 01, 2010 4:37 pm

di gente che la pensa come me ce ne sta moltissima.
Come me, sono tutte persone che hanno un'idea su quello che vogliono ma non hanno nessuna idea su come ottenerlo. La frustrazione di non saper ottenere una minima realizzazione CI porta a drogarci.
(come Lorenzo, io non ho mai fatto uso di stupefacenti, non ho neanche mai provato le sigarette per quanto le trovi disgustose. Ma qua non si parla di noi, si parla di tutti, dunque uso il prurale).
Ammettiamo quindi che io sia del tutto estraneo alla parola "politica". Ammettiamo anche che io non conosca la storia di questo paese, e ammettiamo che io neanche abbia finito gli studi.
Mi guardo intorno e vedo i miei amici perduti, senza strada. Persone meravigliose con grandi cervelli che non hanno modo di sfruttarli e di investirci sopra. Nessun futuro per Noi.

NDE Deve fare qualcosa in questo senso, se intende davvero fare la differenza.
Prima c'è da prendersi cura della mente offuscata dei ragazzi (si, prima dei ragazzi. E' la priorità, dalle radici c'è da iniziare), dopo si avranno automaticamente le energie necessarie per avere un seguito importante.
Quello che voglio dire è che la politica è un fattore secondario. Se ci si getta subito sulla politica saremo solo un partito tra i tanti. Temo non saremmo convincenti.

L

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 17.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Questa Sensazione

Messaggio Da Fabrizio Marchionne il Gio Ago 05, 2010 10:33 pm

di gente che la pensa come me ce ne sta moltissima.
Fammela conoscere. Very Happy

In ogni caso, benvenuto. Trovare un coetaneo con le mie stesse idee è sempre una grande soddisfazione (io ho 21 anni, sono di Latina).
Ti quoto in pieno sul senso di claustrofobia e di caos. Ci penso davvero tutti i giorni, ormai. E sento sulle mie spalle un peso insopportabile, che è anche quello dei miei amici, che hanno buttato le loro capacità perché ormai stufi di studiare o dedicarsi ad un mondo che non li vuole.
È vero, cominciare dai giovani sarebbe tra le prime cose da fare.
Ciò che, secondo me, serve ai giovani è motivazione. Una motivazione per vivere, sentirsi parte della società, una motivazione per convincersi che il proprio contributo è importante ed ogni persona deve condividere le sue capacità, qualunque esse siano.
Come dar loro questo senso di appartenenza al mondo in cui sono costretti a vivere?
Certo, non è facile. Soprattutto considerando la situazione globale. Per quanto riguarda il nostro paese, la ricostruzione del sistema deve partire sin dalle scuole medie/superiori, come ho descritto in un altro post e poi proseguire nell'itinerario formativo.
Ciò di cui ho sempre sentito la mancanza è stato l'essere aggiornato su cosa stesse accadendo lì, fuori da quelle quattro mura scolastiche, ho sempre sentito la mancanza di una concreta utilità di quello che stavo studiando. Situazione resa insostenibile dai professori incompetenti e frustrati che ho dovuto sopportare per anni e hanno distrutto quasi tutte le mie passioni.


L'ideale sarebbe poter radere al suolo tutto e ricominciare da capo adoperando la testa.
Se questo è troppo drastico, allora il rinnovo deve comunque partire dalle radici.
Condivido. Anche per me la cosa migliore sarebbe radere tutto al suolo e ricominciare. Ci trasciniamo dietro un sistema che non è assolutamente adatto al tempo che stiamo vivendo e non è per niente in grado di reggere i cambiamenti epocali che la ricerca porterà nel nostro quotidiano nei prossimi anni. Anziché risanarlo, si rende sempre più fallace, per la gioia dei pochi.


Come me, sono tutte persone che hanno un'idea su quello che vogliono ma non hanno nessuna idea su come ottenerlo.
Parlo sempre delle mie esperienze personali.
Questo non è dovuto tanto al non sapere come ottenere ciò che si vuole, ma al non avere la voglia/forza di farlo. I mezzi per informarci, ce li abbiamo tutti, il punto è che non troviamo un senso a nulla. Non abbiamo una risposta al "Perché devo continuare a fare quello che sto facendo?".
E questo è semplicemente il disagio che la nostra generazione deve affrontare, come le generazioni passate ne hanno affrontati altri.
Siamo la generazione più sfigata, secondo me, perché siamo nati e cresciuti nell'apatia intellettiva di un paese che ristagna nella propria inutilità da decenni.
Siamo nati insieme al consumismo più sfrenato e nella nostra adolescenza ne abbiamo sentito tutto il peso: i primi cellulari, vagonate di euro spesi per essere sempre all'ultima moda (fortuna che non l'ho mai fatto, asd), prendendo in giro chi, diversamente da noi, non aveva le scarpe da 100 e passa euro. E per chi preferiva starsene in casa, dissociandosi da tutti, c'erano i PC, che in cinque anni hanno triplicato i prezzi e aumentato le possibilità di intrattenimento in un modo sconvolgente, alienando sempre più chi già allora ne era preso.
Ogni giorno constatiamo quanto il mondo sia diviso. A causa delle religioni, della politica, dello sport, dei gusti. Qualsiasi cosa sembra fatta apposta per dividere e allontanare sempre di più le persone. In fondo sappiamo che non dovrebbe essere così, in parte lo accettiamo, in parte ne soffriamo. Eppure, continuiamo a lasciarci scorrere tutto addosso. Apatia.
Siamo cresciuti vedendo gente inutile diventare famosa, assimilando come normale ciò che in realtà non lo è.
Se per ogni periodo storico c'è un apogeo e un perigeo, noi stiamo vivendo quest'ultimo.

Siamo qui proprio per risalirne il prima possibile e vogliamo farlo con chiunque abbia la voglia di rendere questo mondo migliore per chi in futuro dovrà passarci. Non siamo qui per avanzare pretese e promesse, ma per raccogliere idee, discuterle, renderle realizzabili.
Qualsiasi idea tu abbia, qualsiasi proposta possano avere i tuoi amici, portacela. Ne abbiamo bisogno.
avatar
Fabrizio Marchionne

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.06.10
Località : Latina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Questa Sensazione

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum