Possibile alternativa?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Possibile alternativa?

Messaggio Da Pietro Merello il Mar Set 20, 2011 12:26 pm

Premetto che mi considero pro-nucleare, perchè considero il nucleare l'unica, attualmente, alternativa al petrolio e/o gas. Preciso gas, perchè ormai la maggior parte delle centrali che sono in costruzione e/o progettazione utilizzano prevalentemente turbine a gas in ciclo combinato (vedasi Turano-Lodigiano ed Aprilia). Scusate il tecnicismo, ma sono del campo.
Nella scelta del nucleare bisogna tener conto che le attuali tecnologie (vedasi centrali al Torio) non hanno niente a che fare con le ultime centrali costruite in Italia (vedi Caorso) e sono lontani anni luce da Chernobyl (nota personale: era fatta di cartone), qualcuno potrebbe obiettare e sbattermi in faccia il caso Fukushima, che essendo in Giappone dove la sicurezza e l'avanguardia tecnologica la fanno da padroni, ma vorrei farvi presente che quella centrale era stata costruita per sopportare un terremoto di 7,8 gradi della scala Richter mentre ha subito una scossa, se non sbaglio, di 9,4-9,8 gradi, senza contare il conseguente Tsunami.
Naturalmente non ho neanche i paraocchi e mi rendo conto che con le centrali nucleari, quando succede qualcosa i danni sono tremendi.
Se mi permette un esempio stupido, normalmente ogni avvengono migliaia di incidenti stradali dove muoiono migliaia di persone, ma fa più clamore un incidente aereo, dove muoiono 200-300 persone in colpo solo.
Detto questo, scusate il lungo preambolo, ho fatto un po' di ricerche su possibili fonti alternative, di cui ero a conoscenze e non ho più sentito parlare.
Una di queste è la tanto bistratta ed osteggiata Fusione Nucleare fredda,

http://www.lettera43.it/ambiente/21575/la-fusione-che-divide.htm
http://www.frascati.enea.it/nhe/Pagina%20vuota%201.htm

in quanto mi risultava che fosse stata avviata in Francia, da un consorzio di nazioni (tra cui l'U.E.), la costruzione di una centrale, basata su questo principio.
Ho trovato, grazie alla mitica Wikipedia, il seguente articolo:

http://it.wikipedia.org/wiki/ITER

dal quale si evince che sia solo un esperimento, per poter giungere alla costruzione di una successiva centrale "DEMO", in caso di successo.

http://it.wikipedia.org/wiki/DEMO

Sempre nel tentativo di ricercare maggiori informazioni mi sono imbattuto in questo articolo:

http://www.greenstyle.it/fusione-fredda-il-punto-della-situazione-sulle-cat-4644.html

no so dire se trattasi di bufala o scoperta del secolo, ma comunque un punto di riflessione.

Allego ulteriori link che approfondiscono l'argomento/diatriba su questo dispositivo chiamato E-cat.

http://www.focus.it/scienza/e-cat-e-fusione-fredda-i-misteri-della-nasa-201109131040_C12.aspx

http://www.greenstyle.it/e-cat-test-decisivo-per-la-fusione-fredda-in-svezia-4927.html

Chiedo ancora scusa per essermi dilungato così tanto, ma è un argomento che mi sta a cuore ed andrebbe approfondito ulteriormente.

Pietro Merello

Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 04.08.11
Età : 48
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Possibile alternativa?

Messaggio Da Ospite il Mar Set 20, 2011 1:56 pm

Infatti nel programma di NDE si dice no all'attuale forma di nucleare, ma si dice anche che comunque non bisogna interrompere la ricerca in tale campo.

No al nucleare, ma senza miopia
NDE sul nucleare prende una posizione di netto contrasto, ma comunque ponderata. Infatti le tecnologie attuali del settore non garantiscono la sicurezza necessaria, l'indipendenza per quel che riguarda il rifornimento di materie prime, in questo caso dell'Uranio, e non risolvono il problema delle scorie nucleari. Al contrario i tempi e costi di costruzione sono estremamente elevati cosa che impedisce di avere risparmi in bolletta. Tale scelta però non vuol dire bloccare la ricerca in tale settore; con tecnologie future e già oggi in fase di studio, è immaginabile che tali problemi vengano in gran parte risolti rendendo il nucleare in un futuro una opzione realmente praticabile.

Nella bozza di programma che affronta tale punto in maniera completa infatti si fa riferimento proprio ad alcune tecnologie che hai citato come quella della fusione e al progetto ITER.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum